Hero image

Tante novità da EVVA

News | 26. febbraio 2021.
A soli pochi mesi dalla celebrazione del 100° anniversario del produttore internazionale di sistemi di accesso di alta qualità, si è resa necessaria una gestione  importante e impegnativa della crisi dovuta alla pandemia mondiale ancora in corso. Il fattore chiave che ha consentito di gestire al meglio questo periodo eccezionale è stata una cultura imprenditoriale coraggiosa e lungimirante, unitamente all'avanzamento continuo di progetti e idee di implementazione nei settori dell'Industria 4.0, della digitalizzazione e dell'internazionalizzazione.

Dall'anno dell'anniversario all'anno del coronavirus

Nel 2019, EVVA, un'azienda presente a livello mondiale, festeggiava il centenario della sua fondazione. Ma nel 2020 tutto è andato diversamente dal previsto. Grazie alla produzione verticale, EVVA non è stata quasi toccata dai problemi di approvvigionamento causati dal primo lockdown disposto in Austria nel marzo 2020. Alla fine, la produzione a Wienerberg (AT) ha potuto essere preservata., anche se provvisoriamente con il personale di produzione dimezzato.

Gli affari nelle singole filiali hanno avuto un andamento molto diverso da paese a paese a seconda delle regole del lockdown. Di conseguenza, l'azienda prevede che il calo dei ricavi sia inferiore alle attese. EVVA è riuscita a gestire la crisi del 2020 in maniera ottimale, acquisendo anche esperienze preziose per le sfide dei prossimi anni.

"Questa crisi ci ha dato lo spunto per accelerare ulteriormente il processo di digitalizzazione. I progetti vengono realizzati in modo meno complesso e, grazie al raggiungimento graduale degli obiettivi posti nelle nostre pietre miliari, possiamo implementarli più rapidamente", afferma Stefan Ehrlich-Adám, AD del Gruppo EVVA.

 

"CIO dell'anno" e "Green Factory dell'anno"

I prestigiosi riconoscimenti "Green Factory" e "CIO dell'anno" ricevuti lo scorso anno dimostrano che EVVA è sulla buona strada.  EVVA si è aggiudicata infatti il prestigioso riconoscimento di stabilimento più sostenibile in Austria e il conferimento del titolo di "Green Factory“ nonostante un'agguerrita concorrenza di diverse aziende leader austriache. Il riconoscimento di "CIO dell'anno“ ottenuto da Gunther Glawar nell'ambito del 13° Confare CIO Awards sottolinea le misure adottate per la trasformazione IT e digitale di EVVA.

Investimenti e ampliamento della sede

Da qui al 2023, EVVA investirà circa 20 milioni di Euro nei settori della digitalizzazione e l'Industria 4.0, di cui due terzi saranno utilizzati per soluzioni di automazione all'avanguardia, come ad esempio i robot collaborativi (cobot) o l'app PIA con le informazioni sulla produzione per tracciare e gestire gli ordini a livello internazionale in tutte le filiali. L'obiettivo a medio termine di EVVA è il "Digital Twin", ovvero la digitalizzazione continua dall'ordine alla produzione fino alla consegna.

Per essere organizzata in modo ottimale e snello anche in termini di flusso di valore, EVVA aveva iniziato i lavori di ampliamento della sede di Wienerberg già nel 2019. Il completamento è previsto per la primavera 2021. Questo ampliamento di circa 2.300 m2 si basa sulla pianificazione dei cosiddetti "brownfield", che tiene conto delle risorse già presenti nella vecchia ala dell'edificio. Esso consente inoltre di aumentare la produttività attraverso un nuovo parco macchine e una maggiore affidabilità delle consegne grazie a processi di lavoro ottimizzati. È previsto anche un ampliamento dell'impianto fotovoltaico. L'edificio aggiunto sarà raffreddato mediante una tecnologia ad attivazione della massa all'avanguardia, che immagazzina e contemporaneamente conduce il calore e il freddo regolando così la temperatura dell'edificio.

Ottimizzazione e strategia del sito

Come avviene nell'industria automobilistica, l'obiettivo a medio termine della pianificazione della produzione legata all'ampliamento del sito di Wienerberg è creare isole di produzione per la lavorazione completa (parzialmente) automatizzata di un gruppo di prodotti, consentendo così una flessibilità nei tempi di consegna in funzione dell'urgenza dell'ordine. La prima pietra miliare di questa strategia a piattaforma è stata posata già un anno fa con un'isola di montaggio per la nuova linea di cilindri elettronici.

Il nuovo edificio consente non solo un chiaro aumento della produttività dello stabilimento viennese, ma è anche un ulteriore elemento fondamentale per la costante attuazione della strategia Power Plant di EVVA. Le tre sedi di Vienna (AT), Tišnov  (CZ) e Krefeld (DE) diventeranno Power Plant e quindi unità per la produzione di sistemi/pezzi e il montaggio automatizzato, comprese le reciproche sinergie. I satelliti saranno costituiti in futuro da otto sedi di distribuzione in tutta Europa per il montaggio manuale di lotti più piccoli. EVVA prevede di realizzare tutte le powerplant e i satelliti come una catena produttiva unitaria entro il 2023.

Quattro nuovi prodotti nel 2021

Il 2021 di EVVA prevede la presentazione di quattro nuovi prodotti nel mondo meccanico ed elettronico, così come l'ottimizzazione della facilità d'uso dei prodotti esistenti e l'introduzione di una nuova piattaforma meccanica. Le novità nei sistemi meccanici saranno introdotte sul mercato nel primo semestre del 2021 e offriranno maggiori possibilità d'impiego sia in termini di comfort che di prezzo. "Il nuovo anno porta con sé nuove sfide, che EVVA sarà preparata ad affrontare al meglio anche in futuro", afferma soddisfatto Ehrlich-Adám.

 

indietro
Lun - Ven:
dalle ore 9:00 alle 13:00 dalle ore 14:30 alle 18:30

+39 0422 919 192
oppure può scegliere di
essere ricontattato da noi
Compili il modulo di contatto oppure scriva direttamente a
infoitalia@evva.com